Crea sito
0 In Libri

Libri per bambini – Enrico e l’extraterrestre di Maria Stefania Piras

E fu così che pian piano Ruslan l’extraterrestre diventò un grande amico di Enrico e Matteo, perché in fondo i bambini tra di loro si capiscono sempre, e poco importa se si è diversi o si parla un’altra lingua. Se si sanno fare le linguacce, ma soprattutto costruire incredibili astronavi con le costruzioni, si fa assieme il giro del mondo.

Maria Stefania Piras

Per due settimane non ho pubblicato nessuna recensione di libri per bambini perché avevo finito il materiale e stavo aspettando che mi arrivassero i libri. Qualche giorno fa mi è arrivato il libro cartaceo di Maria Stefania Piras intitolato “Enrico e L’extraterrestre“, adatto alla fascia d’età compresa tra i 3 e gli 8 anni.

Enrico e l’extraterrestre

Trama

Enrico e Matteo sono grandi amici, sognano di costruire un’astronave per fare il giro della terra e visitare nuovi mondi. Mentre disegnano il progetto ed immaginano di volare sulla loro navicella, fanno un incontro straordinario con un vero extraterrestre… e scoprono così un nuovo amico, che anche se viene da molto lontano sa farsi capire bene, sa ridere e giocare e vuol fare con loro il giro del mondo.

Recensione

Scritto in stampatello maiuscolo per facilitare la lettura ai più piccoli, questo libro è davvero molto istruttivo. Educa all’uguaglianza e alla comprensione dello straniero, cosa non scontata ai giorni d’oggi. Racconta infatti la storia di due amici che, intenti a organizzare il loro viaggio verso un altro pianeta, non si accorgono che nella loro classe è arrivato un bambino nuovo. E’ vestito con abiti colorati, è biondo e con gli occhi azzurri: a loro sembra un extraterrestre. Tutta la classe è solita infatti portare il grembiule. Sarà la maestra a dire loro che Ruslan è un bambino straniero, che viene dalla Russia, che gli abiti indossati raffigurano un rito di festa e che non conosce l’italiano. Matteo ed Enrico lo aiuteranno ad imparare qualche parola ma soprattutto, cercheranno di farsi capire con i gesti e le “linguacce“, la “lingua dei segni” tipica dei bambini.

Oltre ad essere ben scritto, come ho già detto è un libro che educa all’uguaglianza. I protagonisti del libro accettano il nuovo arrivato, anche se inizialmente pensano sia un extraterrestre a causa delle loro fantasie sul viaggio in astronave, senza farsi troppe domande. Diversamente come accade oggi in un mondo pieno di odio e razzismo, in questo libro i due bambini sono felici di avere in classe un nuovo compagno. Devo dire di essere rimasta sorpresa dalla genuinità del racconto e dal modo in cui l’autrice propone il tema dell’uguaglianza in maniera così efficace.

I disegni

Arrivare al bambino non è molto semplice, si devono usare le parole giuste. Credo che questo libro possa arrivare al bambino proprio perché l’autrice è brava ad utilizzare le parole. Il libro è illustrato da Claudia Loddo e i disegni sono proprio belli, sembrano fatti e colorati a mano direttamente sulle pagine del libro. Si vede che non sono disegnati con programmi grafici ed è proprio il loro bello: la semplicità e la naturalezza che trasmettono.

Alla fine del libro si possono trovare 6 tavole da colorare che riprendono alcuni dei disegni presentati durante la storia. Il bambino che legge quindi, oltre a fare da spettatore, può partecipare in prima persona rendendosi lettore e artista contemporaneamente.

Ve lo consiglio?

Assolutamente sì! Questo libro può insegnare tanto e aiutare i bambini ad evitare i pregiudizi nei confronti dello straniero. Io sono dell’idea che se si apprende l’uguaglianza sin da piccoli, difficilmente si cadrà nella trappola del razzismo e della paura del diverso.

Voto: 5/5

Link utili

Della stessa autrice

Sono affiliata Amazon, quindi guadagno una piccola percentuale se acquistate direttamente dal link da me fornito. Tutto ciò che guadagno con il mio blog verrà utilizzato da me per migliorare l’attrezzatura e per acquistare libri.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.