Crea sito
In Interviste

Intervista all’autrice – Due chiacchiere con Nancy Ward

Buon pomeriggio amici miei, come state? Io tutto sommato bene, anche se questa situazione inizia a stressarmi un po’. Mi manca andare a lavorare, vedere i miei amici e passeggiare nei campi, ma sono sicura che l’attesa sarà ricompensata.

Io oggi sono felicissima di presentarvi l’intervista che ho fatto a Nancy Ward, una scrittrice emergente che ho apprezzato tanto leggendo uno dei suoi romanzi. Non vedevo l’ora di poterle fare qualche domanda, così ne ho approfittato e le ho proposto un’intervista da pubblicare sul mio blog.

Ed eccomi qui…

P: Ciao Nancy, piacere di presentarti ai lettori del mio blog. Raccontami un po’ di te.
N: Ciao a te Alessia e a tutti i lettori e le lettrici! Su di me ti posso dire che ho 23 anni e vivo in
provincia di Modena. Dopo tre anni di lezioni e sessioni d’esame, ho finalmente conseguito la
laurea in Scienze Giuridiche, quindi per ora sono una laureata disoccupata! A parte gli scherzi,
continuerò gli studi in Economia a partire da settembre.
Sono un’amante degli animali: infatti ho una gatta di nome Sissy e un cane di nome Luna. Se
potessi adottare qualsiasi animale lo farei senza alcun dubbio, mi frena l’avere poco spazio.
Ho una grande passione per le lingue straniere: tralasciando l’inglese che ormai lo parlano bene più
o meno tutti, parlo bene sia il tedesco che lo spagnolo.
Dulcis in fundo, sono ossessionata dalla cancelleria: ho un sacco di penne particolari, molte agende
(che in parte non uso), ho tutti i colori degli evidenziatori e tanto altro. Non ce la faccio, è più forte
di me!

Hidden edizione 2020


P: Da cosa è nata la tua passione per la scrittura?
N: La mia passione per la scrittura è nata quando nel leggere alcuni libri, restavo amareggiata per
l’evoluzione dei protagonisti, oppure per il finale. Così a 18 anni mi sono iscritta su Wattpad, senza
sapere niente di niente su come si pubblicizzasse una storia e come farsi conoscere. Scrissi i miei
capitoli (Hidden per l’esattezza), pubblicai e nel giro di due mesetti stavo già scrivendo un altro
libro (Redeem) vista la grande risposta da parte delle lettrici.

P: Ho letto un tuo libro, REDEEM, qualche mese fa e mi è piaciuto davvero tanto. Quando
scrivi immagini i tuoi personaggi oppure ti rifai a qualche attore, modello o persona reale?

N: Sai che io faccio davvero fatica a trovare un attore che rispecchi i miei personaggi? Mi piace
pensare che chi legga un mio libro, si immagini nella propria testa chi ci dovrebbe essere, sia esso
un attore, un modello o una persona reale.

P: Tra poco uscirà la riedizione di Hidden, il prequel di Redeem, ma a livello di storia non
cambierà niente. Come mai hai deciso di farlo uscire in una edizione nuova?

N: Quando lo ritirai dal commercio, onestamente, pensavo di tenermelo per me, perché la Nancy che scrisse Hidden non è la stessa di oggi. In Hidden c’è tutta la mia ingenuità di scrittrice emergente e molto sognatrice. Ho deciso di farlo uscire nuovamente perché alcune lettrici mi avevano contattato chiedendomi dove fosse finito il libro, che lo volevano leggere, che se non ci fosse stato Hidden non avrebbero mai letto Redeem per gli spoiler, nonostante i due libri abbiano personaggi principali diversi. Così mi sono decisa: ho rieditato tutto il libro, cercando di renderlo migliore senza cambiare la storia.

P: I tuoi personaggi hanno qualcosa di te?
N: Sì, abbastanza. Il personaggio di Sophie -Hidden- è un’inguaribile romantica, sognatrice proprio
come me. Di Trevor -Hidden- il concetto di privacy: non sopporto la gente troppo invadente.
Jennifer -Redeem- è l’altra faccia della medaglia di Sophie, testarda e va avanti per la sua strada,
anche a costo di stare male se è per il suo bene. Con David ho solo una cosa in comune: abbiamo
origini del sud Italia entrambi!

P: Con quale andresti più d’accordo e con quale meno?
N: Decisamente andrei molto d’accordo con David. Meno con Sophie.

P: Prima di salutarci, ti chiedo se hai voglia di scrivere una tua citazione che ti piace molto.
N: Ti lascio questo piccolo spezzone di un libro che sto scrivendo e che spero di pubblicare presto:
“Non vuole lasciarsi scappare questo momento. Può finalmente inalare quel suo profumo dolce
di vaniglia, quello che l’ha fatto innamorare la prima volta che l’ha vista.
Alice ascolta il battito del cuore del ragazzo. È lento, cadenzato. Per un momento, pare che non
ci sia nulla attorno a loro. Non ci sono treni da prendere, distanze da percorrere, gente che corre
in giro con le valigie e timbra i biglietti prima di salire sui vagoni.
L’amore ai tempi delle stazioni dei treni, è una cosa particolare.”

Passione Libri risponde…

Sono molto felice di aver avuto l’occasione di conoscere meglio Nancy. Io ho letto Redeem qualche mese fa e mi ha incantata. La storia mi è piaciuta tantissimo e il libro mi aveva tenuto tanta compagnia in un momento un po’ particolare. Sognare è sempre bello, i romanzi servono anche per evadere dalla realtà in cui ci si trova. Mi piacerebbe tanto leggere Hidden e penso che lo farò volentieri. Ho anche scoperto che l’autrice è appassionata di cancelleria come me… fortunatamente non sono l’unica ad avere gli evidenziatori di tutti i colori, mille mila agende e quaderni sparsi per casa. Intanto vi annuncio che domani uscirà la segnalazione della nuova edizione di questo libro! La copertina è pazzesca!

Ringrazio l’autrice per aver risposto alle mie domande e per avermi tolto ogni curiosità… non vedo l’ora di leggere Hidden!

Se volete acquistare i suoi libri, vi lascio sia il pulsante di acquisto. La nuova edizione di Hidden uscirà il 2 aprile è sarà disponibile solo in e-Book per Amazon o Amazon Kindle.