Crea sito
2 In Recensioni

Collaborazione – Recensione di “Caffè senza zucchero” di Chiara Rolandelli

Buongiorno amici!
Oggi sono felice di parlarvi di un libro che ho appena finito. Ringrazio innanzitutto Chiara per avermi inviato una copia digitale del suo romanzo per permettermi di leggerlo e di recensirlo.

Trama

Violante è felice: ha sposato l’uomo dei sogni, dolce, affidabile e ottimo cuoco. Tutto sembra andare a gonfie vele tra tè con le amiche e un po’ di sano shopping, ma le brutte sorprese sono sempre lì pronte. La mancanza di lavoro e qualche delusione personale danno il via a una serie di eventi che stravolgono l’equilibrio, anche quello del suo matrimonio perfetto. L’importante è affrontare gli imprevisti nel migliore dei modi, si dice Violante. Certo, ma come?

Recensione

Che dire di questo libro, se non che è davvero simpatico da leggere e abbastanza veloce? L’ho letto in due giorni, ho impiegato qualche ora in totale. Un romanzo ironico che può far sorridere chiunque in un momento così delicato.

Il romanzo ha come protagonista Violante, una donna ambiziosa ma con poca autostima, sposata con Francesco da tre mesi. La loro relazione va a gonfie vele, tutto sembra filare liscio, ma qualcosa non è come sembra. Violante lavora in una scuola di lingue e insegna Italiano, ma di punto in bianco perde il lavoro e non sa più come gestire la sua vita. Capisce di dover aiutare il marito nelle spese, ma non riesce a trovare nessun impiego che gli piaccia. La storia è incentrata sulla ricerca assidua di lavoro da parte di Violante ma sulla costante paura di fare qualcosa che in realtà non desidera. Solo quando saprà il motivo di un misterioso viaggio in piemonte di Francesco, si rimboccherà le maniche e cercherà la soluzione adatta per salvare il suo matrimonio.

A fare da cornice vediamo le amiche di Viola, il cugino di Francesco e Remo, giovane avvocato e dongiovanni della situazione! Violante cadrà tra le sue braccia, ma non sarà l’unica a mancare la promessa di fedeltà coniugale…

Ho apprezzato questo libro e l’ironia dell’autrice nel raccontare fatti così profondi in maniera così spontanea e semplice, ma non mi è piaciuto tanto. Non perché sia scritto male, anzi, la scrittura è molto buona. Non mi è piaciuto perché ho trovato tanto irrealismo, dovuto certamente al voler ironizzare la storia a tutti i costi. L’idea è buona e in certi punti ho sorriso anch’io, ma penso che sia eccessivamente troppo ironico.

Se non avessi saputo che l’intento di Chiara fosse quello di rendere il romanzo burlesco, probabilmente avrei smesso di leggere alla seconda pagina. Penso infatti che non si percepisca tanto il volere dell’autrice e questo è negativo, perché il lettore potrebbe davvero porsi due domande in merito e chiudere il libro dopo poche pagine. La simpatia e la semplicità però rendono tutto più apprezzabile e compensano la mancanza di trasparenza.

Mi sento di consigliare questo libro a chi si immerge nel mondo della lettura per la prima volta, perché è davvero molto veloce da leggere e di compagnia. Se però avete voglia di passare qualche ora in modo piacevole, nulla toglie che possiate leggerlo anche se siete lettori compulsivi come me! Non è un libro da scartare, ma semplicemente da apprezzare così com’è, senza pretendere troppo.

Voto: 3.5\5

Se volete acquistare il libro vi lascio il pulsante di rimando al link d’acquisto.

2 Commenti

  • Rispondi
    Lucia
    27 Marzo 2020 at 16:15

    Sembra bello! Un romanzo leggero… Ma secondo me non da sottovalutare… 😉Grazie per la recensione!

    • Rispondi
      Passione Libri
      27 Marzo 2020 at 16:28

      È bello, infatti! Te lo consiglio 😊. Su Instagram ho fatto anche la video recensione!😉

    Lascia un Commento

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.